NIGER: Acqua Potabile

4 settembre 2015

Nome del progettoBOMOANGA Niger: Acqua potabile per tutti.

Beneficiari: I villaggi sprovvisti di pozzi e le comunità che li abitano.

Località: BOMOANGA – NIGER

Missionari di riferimento: Missionari religiosi della SOCIETÀ MISSIONI AFRICANE (SMA) di Quarto a Genova. Missionari di riferimento a Bomoanga: Padre Pier Luigi Maccalli,Padre Carlos Bazzara e Padre Vito Girotto responsabili della Mission Catholique de Bomoanga, Niamey – NIGER.

Come aiutarci: Puoi contribuire effettuando un versamento all’Associazione Mesì Mesì ONLUS e specificando nella causale “Progetto BOMOANGA Niger: Acqua potabile per tutti”.

Descrizione generale della situazione: Il Niger è un vasto paese che copre 1.200.000 km quadrati di cui la parte Nord (circa 400.000 km quadrati) desertica. Secondo gli indicatori dell’ONU (circa le risorse umane per lo sviluppo), su 174 paesi recensiti, il Niger occupa da anni l’ultimo posto. Il paese vive periodicamente gravi crisi alimentari che colpiscono una larga parte della popolazione. Il problema si fa acuto nel periodo cosiddetto di soudure, che comprende normalmente i mesi di giugno-luglio-agosto. In questi 3 mesi i granai sono generalmente vuoti. Un’inchiesta governativa di giugno 2010 dice che il 22,2% della popolazione nigerina (pari a 3,3 milioni di persone) è toccato da una situazione di carestia grave. Mentre il 25,5% della popolazione, (ossia 3,8 milioni di persone) si trova in una situazione di crisi alimentare moderata. Il totale della crisi alimentare in Niger sfiora la metà della popolazione, circa 7,2 milioni di persone. Le autorità militari (al potere dopo il colpo di stato del 18 febbraio 2010) hanno avuto il coraggio della verità, negata e nascosta dall’ex presidente Tandia per fini di interesse personale e di immagine pubblica, e fatto un pressante appello alla Comunità Internazionale per un sostegno e un aiuto alimentare importante.

L’impegno sociale della missione di Bomoanga: La Missione Cattolica dei Padri SMA si trova in zona Gourmancé (Sud-Ovest) alla frontiera con il Burkina Faso e a circa 125 km dalla capitale Niamey. Il popolo Gourmancé è interamente dedito alla agricoltura e stimato in questa regione attorno a 30.000 abitanti. La Missione è presente dagli anni ’90, e i villaggi visitati dai missionari sono più di 20, di cui 12 con piccole comunità cristiane, distanti dalla missione anche oltre 60 km. È convinzione della chiesa cattolica in Niger che attraverso le opere sociali cresca il regno di Dio. Per questo la Missione di Bomoanga ha un programma di impegno di Promozione Umana e di Sviluppo attraverso le sue cellule di base chiamate CSD (Comité de Solidarité et Developpement). La povertà è strutturale, i problemi di salute e igiene sono enormi, l’analfabetismo diffuso e la carenza di acqua e di strutture scolastiche ingenti. La mancanza di strade e di altre vie di comunicazione (anche telefoniche) rendono la zona piuttosto “enclavé” e dimenticata. L’impegno della nostra Associazione è rivolto a sostenere la pastorale sociale promossa dai missionari SMA, improntata su tre “S”: Salute, Scuola e Sviluppo. Tra le nostre priorità c’è l’obiettivo ambizioso di offrire ad ogni villaggio un punto d’acqua potabile funzionante tutto l’anno.

Descrizione del progetto: Per la realizzazione di pompe a motricità umana e di pozzi la Missione di Bomoanga conta sulla rete di amicizia e solidarietà di persone, benefattori e associazioni, che negli anni hanno permesso di realizzare nuove pompe nei villaggi di: Kpaboudeni, Peteli e Singitondi. Sono stati realizzati anche 4 pozzi tradizionali ai quali si spera di poterne aggiungere altri. 

Il costo complessivo di una pompa a motricità umana è di 12.000 €. Per un pozzo tradizionale scavato a mano il costo è di 1.000 €.