R.D.CONGO: Ospedale di Kamanyola

4 settembre 2015

Nome del progettoOSPEDALE di KAMANYOLA – REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO

Beneficiari: L’Ospedale di Kamanyola si trova nella Rep. Dem. del Congo, al confine tra Rwanda, Congo e Burundi e per questo motivo, fin dalla sua fondazione (30 maggio 2011) è diventato un riferimento non soltanto per gli abitanti di Kamanyola ma anche per le popolazioni vicine, raggiungendo un’utenza di 50˙000 persone.

Località: KAMANYOLA – Diocesi di Uvira, Repubblica Democratica del Congo.

Missionari di Riferimento: L’Ospedale, costruito per garantire alla popolazione le cure più elementari dal Missionario Saveriano Padre Giuseppe Crippa, mancato nell’ottobre del 2009, è attualmente gestito dalle suore Francescane di Nostra Signora del Monte, formatesi nella Congregazione di Genova, che contribuiscono al suo buon funzionamento, lavorando quotidianamente a fianco di medici e infermieri locali.

Come aiutarci: Puoi contribuire effettuando un versamento all’Associazione Mesì Mesì Onlus e specificando nella causale “Progetto R.D.Congo: OSPEDALE DI KAMANYOLA”.

 

 

Descrizione generale della situazione: Situata al confine tra Rwanda e Congo, la città di Kamanyola ha una doppia appartenenza: a livello politico è un’entità amministrativa del territorio di Walungu (Bukavu), a livello ecclesiastico è una delle parrocchie della Diocesi di Uvira nella provincia del Sud – Kivu, in Repubblica Democratica del Congo. Vista la sua posizione geografica, Kamanyola ha una popolazione formata da persone di diverse nazionalità: la maggioranza è congolese, seguita da un gran numero di rwandesi e burundesi. La popolazione di Kamanyola conta più o meno abitanti. L’attività principale svolta dalla popolazione è l’agricoltura, seguita dal piccolo commercio. Per quanto riguarda la sanità questa città si trova veramente ad un livello deplorevole; la popolazione vive spesso nell’impossibilità di avere garantite le cure più elementari. Kamanyola non conta che due centri sanitari, con mezzi inadeguati e scarsità di personale qualificato. Nei casi di malattie gravi i pazienti vengono trasferiti all’ospedale di riferimento di Uvira, che si trova a più di 70 Km a sud di Kamanyola, oppure vengono trasferiti a Bukavu, capoluogo della provincia del Sud – Kivu, situata a 55 Km a nord passando per Ngomo, percorrendo una strada quasi impraticabile e molto pericolosa.

Descrizione del Progetto: In questi anni, l’Ass. Mesì Mesì ONLUS si è adoperata per:

  • reperire parte del materiale necessario al funzionamento della struttura tramite contatti con alcune strutture ospedaliere liguri;
  • raccogliere fondi utilizzati specificamente per l’acquisto di medicinali;
  • acquistare un’EMOTECA OSPEDALIERA per la conservazione del sangue usato per le trasfusioni (obiettivo raggiunto a dicembre 2012; come da desiderio espresso dai volontari di Mesì l’emoteca è stata così intitolata a Padre Claudio Taggiasco, frate francescano minore scomparso nel 2012, che è stato guida ed esempio per loro ogni giorno).

Gli aggiornamenti sull’avanzamento del progetto, su quanto è stato realizzato e quali siano le nuove necessità cui far fronte, ci arrivano direttamente dalla voce della responsabile sanitaria e amministrativa della struttura, Sr. Mèlanie Kibukila. L’Ospedale, grazie all’impiego dei fondi raccolti, è stato notevolmente ampliato. Nel corso del 2012 sono state realizzate le seguenti unità: maternità, ginecologia, pediatria, medicina interna, chirurgia, servizio di ambulatorio.

Inoltre sono state acquistate alcune apparecchiature specifiche tra cui:

  • apparecchiatura per la sterilizzazione degli strumenti nei reparti di chirurgia e maternità (costituita da un’autoclave a secco della capacità di 70 litri per consentire la sterilizzazione ad alta temperatura),
  • strumento per effettuare ecografie,
  • strumento per effettuare radiografie.

L’Ass. Mesì Mesì ONLUS ha contribuito negli anni al raggiungimento di questi ed altri obiettivi per garantire un migliore funzionamento della struttura sanitaria.